Tanto tam-tam per accoppiarsi

Già a fine inverno i picchi, maschi e femmine, scelgono un tronco cavo, con buone caratteristiche di risonanza, per comunicare con un ritmico tambureggiare di essere alla  ricerca di un partner e per farsi localizzare da eventuali conspecifici disponibili. I picchi dunque non cantano come gli altri uccelli, ma tambureggiano. Il caratteristico tambureggiare serve a marcare il territorio, e non, come a volte erroneamente ritenuto, per ricercare insetti o scavare cavità nido. Nello svolgere queste ultime attività, il picchio è di fatto più silenzioso.

Altri argomenti:

  • Mangiare insetti è di moda
  • Una passione per i mirtilli
  • Uno stomaco di ferro ...
  • Prego, non disturbare
  • Perché al picchio non viene mal di testa ...
  • Tanto tam-tam solo per accoppiarsi
  • Carpentiere e affittacamere
  • Un valido aiuto contro il dannoso bostrico
  • La storia del picchio “bevitore”
  • La fucina dei picchi
  • In caso di pericolo … stacca la coda
  • Piedi freddi, cuore caldo
  • Piumaggio impregnato
  • Cosa rivela il becco ...
  • Così il germano reale ha acquisito il suo nome tedesco
  • La più piccola anatra europea
  • Echinococcosi: un pericolo da non sottovalutare
  • Un simbolo del sesso già nel mondo antico
  • Meno letargo, più vita di coppia
  • “Grasso come un ghiro”
  • Una prelibatezza per gli antichi romani e non solo
  • La caccia? Da noi non è riservata a pochi...