Proteine animali, necessarie per la crescita

È risaputo che i pulcini dei tetraonidi si nutrono principalmente di formiche, ragni, coleotteri e larve durante i primi 20-30 giorni di vita. La ragione di questo è spiegata rapidamente: il cibo di provenienza animale è ricco di proteine. Le proteine sono gli elementi costitutivi dei tessuti animali e sono contenute solo in piccole quantità negli alimenti vegetali. Quando l’organismo deve crescere – e questo riguarda direttamente i giovani animali – gli elementi costitutivi del corpo devono essere assorbiti con il cibo. Cibo ricco di proteine è quindi sempre necessario quando un organismo animale è in fase di crescita. La cellulosa negli alimenti vegetali fornisce solo zucchero – la fonte di energia per le funzioni del corpo. Nessun organismo animale può crescere con la sola cellulosa. Nei pulcini, la flora batterica dell’intestino cieco, preposto alla digestione della cellulosa, deve prima formarsi. In alcuni gozzi di pulcini di gallo forcello sono state trovate fino a 230 formiche e 26 larve di formica. I bruchi pelosi, invece, non sono apprezzati.

I giovani uccelli, nel corso dell’estate, si cibano soprattutto di bacche e fiori. Successivamente anche le parti verdi delle piante compaiono nella loro dieta e gradualmente si nutrono come gli adulti. Il cibo animale costituisce per loro solo una gradita, ma a volte necessaria, fonte di proteine. Soprattutto le galline durante la cova e gli uccelli adulti in muta hanno bisogno di un tale apporto di proteine.

Altri argomenti:

  • Mangiare insetti è di moda
  • Una passione per i mirtilli
  • Uno stomaco di ferro ...
  • Prego, non disturbare
  • Perché al picchio non viene mal di testa ...
  • Tanto tam-tam solo per accoppiarsi
  • Carpentiere e affittacamere
  • Un valido aiuto contro il dannoso bostrico
  • La storia del picchio “bevitore”
  • La fucina dei picchi
  • In caso di pericolo … stacca la coda
  • Piedi freddi, cuore caldo
  • Piumaggio impregnato
  • Cosa rivela il becco ...
  • Così il germano reale ha acquisito il suo nome tedesco
  • La più piccola anatra europea
  • Echinococcosi: un pericolo da non sottovalutare
  • Un simbolo del sesso già nel mondo antico
  • Meno letargo, più vita di coppia
  • “Grasso come un ghiro”
  • Una prelibatezza per gli antichi romani e non solo
  • La caccia? Da noi non è riservata a pochi...