In caso di collisione con animali selvatici

Mettere in sicurezza il luogo dell’incidente

Dopo una collisione, accendere i lampeggianti e mettere in sicurezza il luogo dell’incidente come previsto dal codice della strada (indossare il giubbino ad alta visibilità, posizionare il triangolo).

Chiamare i soccorsi

Se ci sono persone ferite, chiamate il numero unico di emergenza 112.

Informare il servizio forestale, il rettore della riserva o il guardiacaccia.

Se nessun altro veicolo è stato danneggiato, informare il servizio forestale, il rettore della riserva o il guardiacaccia. Per il bene degli animali, è d’obbligo informarli anche se l’animale ferito è fuggito. In questo caso, i cacciatori con esperti cani da traccia, vanno alla ricerca dell’animale per constatare quanto gravemente è ferito.

Usare cautela

Lasciare stare l’animale ferito e non toccarlo. I selvatici possono diventare aggressivi quando sono feriti. In linea di principio, è consigliabile non toccare mai nemmeno animali selvatici morti, in quanto esiste rischio di infezione. Tuttavia, se l’animale si trova in mezzo alla strada ed è quindi un pericolo per le auto in avvicinamento, usare dei guanti per trascinarlo fino al bordo della strada, senza tuttavia mettere in pericolo se stessi.

r

Mantenere la distanza

Tenersi a distanza dall’animale ferito per non spaventarlo e stressarlo ulteriormente.

Aspettare

Aspettare sul luogo dell’incidente l’arrivo della Poliza, del guardiacaccia o del forestale.

L’animale ucciso appartiene all’investitore

In caso di collisione con fauna selvatica, l’animale ucciso appartiene a chi lo ha investito. Normalmente, però, la selvaggina morta nell’incidente non è più commestibile.